Al via il processo a Bill Cosby: l’ex papà Robinson rischia 10 anni per stupro

Si apre nel tribunale di Norristown, in Pennsylvania, il processo a Bill Cosby. Il popolare attore è chiamato a rispondere dell’accusa violenza sessuale per un fatto risalente al 2004. A portare in aula l’ex “papà buono” della televisione Usa è stata Andrea Constand, ex direttrice della squadra di basket della Temple University di Filadelfia, che lo ha accusato di averla drogata e poi stuprata nella sua abitazione.

Dai Robinson alle accuse di essere uno stupratore 

Il processo a quello che nella memoria collettiva resta Heathcliff Robinson dovrebbe durare due settimane. Sette uomini e cinque donne tra i 20 e i 80 anni compongono la giuria. Se trovato colpevole, Cosby potrebbe vedersi comminata una condanna fino a 10 anni di carcere. L’attore ha sempre negato ogni responsabilità e, pur ammettendo l’uso del sedativo Quaalude, ha sempre sostenuto che i rapporti con la Constand – e le altre donne che lo accusano – erano stati consenzienti. I due avevano raggiunto un accordo extragiudiziale nel 2006, ma il caso è stato riaperto nel 2015 dopo che altre decine di donne lo hanno accusato di aver abusato di loro con lo stesso metodo utilizzato per Constand.