Addio al miliardario Khashoggi: offrì un diamante a Lory Del Santo per una notte di sesso

Si è spento al Saint Thomas Hospital di Londra, dopo una lunga degenza, Adnan Khashoggi, il miliardario saudita che a cavallo tra gli anni ’70 e ’80 era diventato l’uomo più ricco del mondo come mediatore nella vendita di armi tra governi occidentali e mediorientali. Khashoggi, sposato in seconde nozze con un’italiana convertitasi all’Islam, il 25 luglio avrebbe compiuto 83 anni. Ne hanno dato notizia fonti della famiglia a Roberto Tumbarello, suo amico e biografo.

La fortuna di Khashoggi costruita sul commercio d’armi

Nato alla Mecca, figlio del medico della famiglia reale saudita, Adnan Kashoggi si laureò in Economia alla Stanford University, in California. Grazie alla sua attività di mediatore di armi, divenne in poco tempo l’uomo più ricco del mondo. Collezionò decine di case, ville e residenze sparse nel mondo, da New York a Parigi, Montecarlo, Cannes, Marbella, Roma. E poi una serie di panfili, il più famoso il Nabila, famoso tra l’altro per le rubinetterie d’oro massiccio e l’elicottero in dotazione. Non mancavano i jet privati, tra cui un Boeing 727 ristrutturato in villa volante, con tanto di salone da pranzo, vasca da bagno e letto tre metri per due e cinquanta. Il letto king size era quasi una necessità, perché Kashoggi aveva un debole per le donne. Tra le sue accompagnatrici figuravano Raquel Welch, Brooke Shields, Farrah Fawcett. La sua fortuna ebbe un crollo quando a metà degli anni 80 ebbe guai giudiziari legati tra l’altro al riciclaggio e al traffico di armi. Dovette vendere molte proprietà, tra cui lo stesso yacht Nabila.

Lo sceicco Khasshogi con l'ereditiera Paris Hilton

Lo sceicco Khasshogi con l’ereditiera Paris Hilton

Khashoggi spese un capitale per una notte con Lory Del Santo

Da alcuni anni aveva seri problemi cardiaci. Ritiratosi nella residenza di famiglia a Riad, trascorreva lunghi periodi di riposo e di cura in Europa. L’anno scorso fu colpito da ictus cerebrale che lo aveva costretto sulla sedia a rotelle. Lascia l’ultima moglie, sposata con rito musulmano: l’italiana Laura Biancolini (Lamia). Era zio di Dodi Al Fayed, il figlio della sorella Samiha deceduto vent’anni fa in un incidente stradale a Parigi assieme a Lady Diana. Fra le sue “avventure” anche quella con Lory Del Santo. In cambio di una notte d’amore, la showgirl ricevette in dono un grosso diamante che fu al centro del gossip a lungo. La Del Santo ci tiene a specificare: «Non era un pagamento, era un regalo. Non mi sono mai venduta: però è normale ricevere regali dagli uomini, mi succede da quando ho 16 anni». «Dopo una veloce cerimonia funebre in una moschea londinese, la salma è stata trasferita in aereo a Medina e tumulata nella tomba di famiglia», ha reso noto il biografo