Aceto balsamico, da eccellenza del made in Italy a superstar di New York

Una competizione all’ultimo assaggio, quella che da 51 anni a questa parte affrontano ben 182 maestri assaggiatori, con l’aiuto degli assaggiatori e degli allievi, con inizio nei primi giorni del mese di maggio, quando ci si mette al lavoro per valutare le migliaia di campioni di Aceto Balsamico Tradizionale di produzione familiare che vengono consegnati alla Consorteria.  Ma solo domenica 25 giugno, a Spilamberto (Mo), si saprà il nome del migliore e degli altri 11 finalisti: è il Palio di San Giovanni, la competizione riservata agli aceti balsamici “tradizionali” prodotti nella loro zona di origine (gli “antichi domini estensi”), giunta alla 51ma edizione, che continua a riscuotere successo tra i cultori del Balsamico.

La selezione di pregio del Palio di San Giovanni

Basti pensare che quest’anno i campioni raccolti, che rimangono anonimi fino alla premiazione, sono stati ben 1.344. Una selezione di pregio stilata dopo 20 serate e oltre 15.000 assaggi complessivi in cui sono stati selezionati gli aceti idonei alla Dop. Le valutazioni della commissione di degustazione riguardano gli standard visivi, olfattivi e gustativi del prodotto. Dopo una prima scrematura si prosegue con sedute di assaggio fino all’individuazione dei 72 semifinalisti prima e dei primi 12 poi. A questo punto, i 12 finalisti ricevono a casa due ispettori, gli unici a conoscere i nomi dei produttori, che in coppia verificano la conformità del campione con la batteria da cui è stato prelevato. Il Palio di San Giovanni è un’occasione per la Consorteria di esaminare e tenere monitorata la produzione di Aceto Balsamico Tradizionale del territorio sia dal punto di vista organolettico, che per quanto riguarda le caratteristiche chimico-fisiche: in questo modo può trasmettere ai produttori indicazioni idonee affinché sia rispettata la tradizione secolare. 

Aceto balsamico, da Modena a New York con furore. E qualità

E non è tutto: come primo passo per il Progetto Usa sulla promozione e valorizzazione dell’Aceto Balsamico di Modena Igp negli Stati Uniti, dal 25 al 27 giugno a New York, il Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena Igp sarà presente al Summer Fancy Food, con uno stand all’interno del Padiglione Italia, (stand 4949 livello 1). ”Il Consorzio – fa sapere il direttore, Federico Desimoni – interverrà con un proprio stand istituzionale e l’obiettivo della nostra partecipazione sarà quello di presentarsi e illustrare il progetto che interesserà gli stati di New York, California e Florida con il coinvolgimento di istituti culinari, chef e blogger in eventi e attività web e sui social network. Sarà poi un’ulteriore occasione per presentare il nostro prodotto, per migliorare la conoscenza di operatori e consumatori”. L’attività del Consorzio in fiera sarà, dunque, esclusivamente istituzionale, tuttavia non sarà l’unico evento a cui prenderà parte: la sera di domenica 25 giugno, infatti, sarà presente alla 100×100 Italian Night, ovvero l’evento esclusivo organizzato da I love Italian Food in collaborazione con l’Associazione italiana chef di New York, di cui il Consorzio è partner. In occasione della presenza al Summer Fancy Food – il più grande evento dedicato alle specialità gastronomiche nell’America del Nord, oltre che la principale vetrina per l’innovazione, che riunisce i principali produttori e operatori del settore ospitando oltre 25.000 buyer e 2.500 espositori – sarà pronto per essere presentato ufficialmente anche il nuovo sito dedicato al Progetto Usa, ovvero www.originalbalsamicvinegar.eu, assieme al quale saranno anche presentati i canali social predisposti ad hoc per tale campagna e quindi ad esso collegati.