A Charlie sarà staccata la spina. I genitori: “Perché ce lo uccidete?” (video)

La decisione è presa, senza appello, contro il parere dei genitori, che su Facebook da settimane combattono la battaglia per salvarlo dall’eutanasia di Stato. Invece, con una decisione unilaterale insindacabile, i medici staccheranno domani la spina del macchinario che tiene in vita Charlie Gard, il bambino di dieci mesi affetto da una rara sindrome, la cui storia ha diviso la Gran Bretagna. Ad annunciarlo sono stati, sui social, proprio i genitori Connie e Chris che si sono battuti in ogni sede legale per impedire questa decisione. “Abbiamo il cuore completamente spezzato. Trascorriamo le ultime ore con il nostro bambino” hanno scritto sulla loro pagina Facebook, postando alcune loro foto e un video al capezzale del piccolo. “Non ci è permesso di scegliere se nostro figlio vivrà e non ci è permesso di scegliere quando e dove Charlie morirà”. “Charlie – concludono – morirà domani sapendo che è stato amato da migliaia di persone, grazie per il vostro sostegno”.

Al bambino è stata diagnosticata poco dopo la nascita dalla sindrome da deplezione del Dna mitocondriale, una patologia che causa un progressivo e inesorabile indebolimento muscolare, di cui si conoscono solo 16 casi al mondo. I medici dell’ospedale pediatrico Great Ormond Street Hospital, dove il piccolo è ora ricoverato in terapia intensiva, avevano avvertito i genitori che il figlio non aveva speranze di sopravvivere e hanno deciso di staccare il suo supporto vitale. Contro a volontà della mamma e del padre di Charlie.

Ecco il video postato dai genitori su questa pagina