A 8 anni fa il travestito a teatro, per la gioia della comunità gay (video)

Il suo nome d’arte è Lactatia, ha 8 anni e calca i palcoscenici travestito come Drug Queen. Nemis Quinn Melancon-Golden è celebrato e osannato come una vera star dalla comunità Lgbt ed è anche incoraggiato dalla famiglia. Scioccante il video pubblicato su Youtube dalla stessa comunità Lgbt. Il video è stato anche pubblicato e commentato sul sito di ProVita.

Travestito a 8 anni, la denuncia di ProVita

«Qualsiasi persona ragionevole  – si legge sul sito – dovrebbe denunciare l’evidente abuso sul minore che si sta perpetrando sotto spessi strati di make-up, parrucche e riflettori. Nel video che potete vedere qui di seguito, Nemis – che secondo il padre e la madre non è gay, ma “forse lo diventerà” – esordisce dicendo che se i bambini vogliono essere Drag Queen e i genitori o gli amici non approvano, allora vanno cambiati i genitori e gli amici… È uno spettacolo davvero triste, soprattutto quello offerto dai genitori di questa creatura (che veniva vestito da donna e truccato, fin da piccolo, dalla sorella). Essi spiegano che quando Nemis non è nel personaggio di Lactatia si identifica come un ragazzo. Quando è Lactatia, lui si sente una ragazza con il pene. Greg Quinlan e Stephen Nero, ex attivisti gay, hanno commentato su LifeSiteNews che siamo evidentemente in presenza di uno di quei casi in cui i bambini vengono sacrificati per realizzare i sogni e le aspirazioni dei genitori. Un vero e proprio abuso: non ci vuol molto per capire che presto il bambino sarà coinvolto in giochi a sfondo sessuale… Fino a poco tempo fa – si legge ancora sul sito di ProVita –  genitori che avessero permesso a un bambino di 8 anni di fare esperienze del genere avrebbero giustamente perso la patria potestà. Oggi, in Canada, dove vive Nemis, una legge permette al governo di togliere i bambini ai genitori che si rifiutano di assecondare il desiderio disordinato e futile dei figli di appartenere al sesso opposto a quello che gli ha dato la natura».