Zuccaro delude i buonisti: “La maggior parte dei migranti diventa illegale” (video)

 

In audizione alla Commissione antimafia il procuratore di Catania Carmelo Zuccaro ha demolito le tesi delle Boldrini e Kyenge di turno: «Dei migranti che arrivano in Italia  – ha precisato Zuccaro – solo una percentuale molto bassa ha diritto all’asilo, tutto il resto è immesso nel circuito illegale e diventa vittima di tratta, caporalato e altri circuiti illeciti. Il mio dovere come procuratore è quello di segnalarlo». Il procuratore di Catania ha aggiunto che «fenomeni di radicalizzazione li abbiamo registrati in ambiente carcerario, anche in zone dove è diffuso il caporalato, non sono in grado di dire se sia la conseguenza delle condizioni precarie in cui si vive, ma abbiamo verificato un fenomeno di sensibilizzazione alle interpretazioni peggiori dell’islamismo».

Zuccaro: “C’è la mafia dietro l’accoglienza ai migranti”

Per Zuccaro bisogna decidere «chi salvare e una volta deciso si vada a prenderlo senza alimentare il traffico della migrazione», in questo modo «le persone che verranno salvate non saranno immesse nei ranghi della criminalità». Venendo al punto relativo agli interessi delle mafie, il magistrato ha precisato che «c’è una massa di denaro destinata all’accoglienza dei migranti che attira gli interessi delle organizzazioni mafiose e dico questo sulla base di alcune risultanze investigative». Ai membri della Commissione presieduta da Rosy Bindi, Zuccaro ha sottolineato comunque come «sia sbagliato ritenere che la mafia operi dovunque, perché così rischiamo di aumentare l’aurea di onnipotenza».