Uova su Marine Le Pen al grido di “Fuori i fascisti!”. E Macron la denuncia (2 video)

Il momento della verità si avvicina in Francia, e i poteri forti scatenano la loro campagna di odio contro Marine Le Pen: le sinistre nella piazza, e Macron attraverso il sistema giudiziario. La campagna anti Le Pen è in pieno svolgimento in Francia, sapientemente concordata tra tutte le forze politiche, sindacali, ed ecclesiastiche: oggi c’è stato un lancio di uova contro Marine Le Pen in visita in Bretagna, dove tra l’altro la sua famiglia è nata. La candidata del Front national, impegnata oggi in un tour elettorale in Bretagna, è stata accolta con un lancio di uova da parte di facinorosi e da contestazioni mentre si recava in visita ad una fabbrica di Dol-de Bretagne. I manifestanti, perfettamente organizzati, gridavano “fuori i fascisti!”, “Andatevene!”, dimostrando ancora una volta la spietata intolleranza delle sinistre verso chi ha un’idea diversa.

Macron denuncia la Le Pen dopo la domanda sui conti esteri

Intanto, dopo il duello tv che ha visto la netta vittoria della candidata della destra sull’uomo dei poteri forti e della finanza Emmanuel Macron, il fronte delle sinistre corre ai ripari: il candidato alle presidenziali francesi ha depositato oggi una denuncia per “falso” e “diffusione di notizie false destinate ad avere conseguenze sull’esito del voto” dopo che ieri, durante il dibattito tv, la sfidante Marine Le Pen ha lasciato intendere che Macron avesse fatto ricorso a una società offshore nei Caraibi. E’ quanto trapelato dall’entourage del candidato di En Marche!, che ha smentito di “avere conti alle Bahamas”. Nel dubbio, però, la procura non si è fidata e ha aperto un fascicolo sulla vicenda. Negli ultimi minuti del confronto tv di ieri, quando Macron accusava il Front National di essere il “partito degli affari”, Marine Le Pen , ritenendo l’argomento risibile, aveva replicato: “Spero non verremo a sapere che lei ha un conto offshore alle Bahamas“, e di rimando il candidato l’ha accusata di diffamazione. Le Pen avrebbe fatto riferimento a documenti, circolati su forum stranieri, e massicciamente condivisi sui social network che – fa sapere l’entourage di Macron – “sono dei falsi evidenti”. Questa mattina su France Inter, Macron ha sostenuto “sono quelle che noi chiamiamo fake news e la signora Le Pen le lancia, mentre dietro di lei le truppe di internet si mettono in azione”. Secondo il candidato alle presidenziali, le voci sarebbero state fatte circolare in maniera premeditata “con i suoi alleati”. Peccato che la Le Pen non abbia alleati, giacché stanno tutti con Macron, destra, sinistra e centro. “Tutto ciò è completamente falso”, ha aggiunto rabbioso, “mi dispiace che il dibattito abbia toccato livelli così bassi”. Marine Le Pen, intanto, ha ritenuto giusto averlo chiesto al suo sfidante: “Gli ho fatto la domanda: dobbiamo sapere delle cose che la riguardano prima che sia troppo tardi?”.