Trump, Melania gli nega la mano pure a Roma. Il Papa ironizza: cosa mangia Donald? (VIDEO)

Deve essere successo qualcosa: una lite, un diverbio, un’incomprensione profonda che non accenna a placare gli animi. Qualcosa che nella coppia presidenziale americana si trascina dalla visita a Tel Aviv quando, per la prima volta, media e paparazzi di mezzo mondo hanno immortalato il secco rifiuto di Melania a stringere la mano dell’autorevole consorte. Ebbene, nelle ultime ore la cosa si è ripetuta: all’arrivo a Roma, esattamente sulla scalinata dell’aereo che separava i coniugi dal terreno capitolino.

Melania Trump nega la mano al marito. Ancora

Ci risiamo: all’arrivo a Roma Melania rifiuta con estrema destrezza di prendere la mano di Donald che, invece, la cerca dal primo gradino della scala da scendere allo sbarco romano. Lei, fasciata in un elegante abito nero, con tanto di strategici occhiali da sole, finge di non accorgersi che il marito sta cercando con la mano la sua, e si passa distrattamente le dita fra i capelli (come a giustificare il diniego con motivi di look). Sono lontani, insomma, i tempi dell”insediamento presidenziale alla Casa Bianca quando, durante la cerimonia, Melania sollecita discretamente il marito a mettersi una mano sul cuore durante l’inno nazionale. Una sollecitazione, guarda un po’, che fotogrammi e fotogrammi passati al setaccio hanno immortalato soffermandosi proprio sull’autorevole colpo di gomito.

E intanto Ivanka puntava su S. Egidio…

Ma tant’è: e così, a riportare l’attenzione su più benevoli particolari della vita di coppia provvede direttamente il Pontefice che, in uno scambio di battute con la first lady Melania Trump durante la visita in Vaticano, si sofferma su momenti di intimità domestica dei due celebri inquilini della Casa Bianca e, proprio sui gusti in fatto di cibo del presidente americano, il Papa chiede in spagnolo, attraverso un interprete, alla first lady: «Cosa dà da mangiare» a suo marito? E lei, sorridendo e suscitando un sorriso anche del Papa, risponde senza troppi sotterfugi cerimoniali: «Pizza». E a propsito di cibo, mentre in Vaticano si discuteva di gusti e menù gastronomici, la first daughter Ivanka – dopo il banchetto con il marito di martedì sera a Sant’Ignazio – si dirigeva a S. Egidio. Dopo la visita dal Papa in Vaticano, l’autorevole figlia del presidente Usa ha voluto incontrare i vertici dell’Onu di Trastevere e, successivamente, un gruppo di donne vittime della tratta di esseri umani, soprattutto nigeriane ma anche una eritrea che ha salvato altre donne dai trafficanti nel Sinai.