Trudeau ad Amatrice. Abbraccio con Pirozzi: “Qui per condividere la sofferenza”

“Essere qui è un momento per condividere con il popolo di Amatrice le sofferenze del terremoto, un gesto di solidarietà e amicizia che ribadisce anche la vicinanza del popolo canadese a quello del Centro Italia e l’amicizia tra i nostri Paesi”. E’ quanto ha dichiarato il premier canadese Justin Trudeau , fermandosi sotto la torre civica di Amatrice durante la visita all’interno della zona rossa del paese devastato dal sisma della scorsa estate.

Trudeau e sua moglie Sophie Gregoire hanno voluto rendere omaggio alle vittime del sisma deponendo un mazzo di fiori davanti al memoriale che ricorda le 249 vittime. La coppia si è intrattenuta per qualche minuto in raccoglimento. Poi Trudeau, visibilmente commosso, ha di nuovo abbracciato il sindaco Sergio Pirozzi, prima di lasciare il parco che ospita il monumento.

“Quello di oggi è un gesto di grande vicinanza da parte di un popolo fratello, con il quale abbiamo un’amicizia profonda, e che aiuterà le nostre popolazioni colpite dal terremoto”, ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano che ha accompagnato Trudeau.