Tragedia sfiorata: pugni e morsi a chiunque, poi in auto prova a falciare i passanti

Tragedia sfiorata a Lecce: la familiare di un giovane rimane coinvolta in un tamponamento e così lui, su tutte le furie, si precipita sulla strada Lecce-San Cataldo e si scaglia contro chiunque gli capiti a tiro con pugni e morsi, causando la reazione dei presenti loro malgrado coinvolti nella vicenda, che cercavano di bloccare la sua furia.

Lecce, un giorno di ordinaria follia: pugni e morsi a chiunque

È accaduto nel tardo pomeriggio di una domenica pigra a Lecce, in un crescendo di ira e di follia, di violenza e di sgomento:  tanto che, a un certo punto, dopo l’arrivo sul posto delle Volanti della Questura avvisati della lite tra automobilisti, il ragazzo acciecato dall’ira, è arrivato ad impadronirsi di una vettura coinvolta nell’incidente ed è fuggito procedendo in modo pericoloso,  tanto da andare più volte a sbattere contro il guard-rail e cercando addirittura di investire chiunque si trovasse lungo la sua traiettoria.

Poi sale in auto e cerca di investire i passanti

Non solo: come se tutto quanto appena fatto non fosse già abbastanza, l’uomo ha anche scagliato grossi massi contro le persone presenti. Al termine di un inseguimento, i poliziotti sono riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo per tentato omicidio, furto aggravato, atti persecutori, minacce gravi e lesioni, resistenza oltraggio e violenza a pubblico ufficiale. Ma, come detto in apaertura, poteva finire anche peggio…