Tifosi della Dinamo Dresda marciano in mimetica. Disordini a Karlsrhue (video)

La Lega Calcio tedesca ha aperto un’indagine contro il club di seconda divisione della Dinamo Dresda dopo che i suoi giocatori hanno marciato sul campo come soldati ed hanno fatto un saluto militare ai loro tifosi sugli spalti vestiti in mimetica. Il fatto è avvenuto domenica sera sul campo del Karlsruhe dove la Dinamo ha vinto 4-3, e dove sono rimasti feriti 15 poliziotti e 21 steward per gli eccessi di violenza dei tifosi del Dresda.

Il Ministro degli Interni tedesco Thomas de Maizière, ha descritto gli eventi come “assolutamente inaccettabili” ed ha detto di aspettarsi una reazione rapida e dura da parte della giustizia. I tifosi del Dresda, alcuni dei quali con il volto coperto, hanno marciato ieri per le strade di Karlsruhe in mimetica, mentre sparavano razzi e fumogeni. La marcia era scandita da alcuni tamburi, mentre la prima fila tenevano uno striscione che poi è stato esposto anche allo stadio: “Guerra alla Dfb”, riferendosi alla Federcalcio tedesca. Presenti anche diversi stendardi con il logo sbarrato della federazione tedesca. “Questo non ha alcun legame con il calcio. C’è da chiedersi se lo stato debba tollerare queste marce paramilitari”, ha detto il presidente del Karlsruhe, Ingo Wellenreuther alla dpa. Sugli spalti hanno inoltre inscenato una specie di marcia militare. 

La risposta dei giocatori è stata in linea con quella dei tifosi. La squadra è andata, dopo la fine della partita, sotto gli spalti facendo il saluto militare e facendo il ‘passo dell’oca’ di origine prussiana, noto per il suo utilizzo da parte dei nazisti e dell’esercito della ex Germania dell’Est. Secondo il quotidiano “Bild”, gli ultras avevano organizzato il viaggio a Karlsruhe con lo slogan: “Football Army Dynamo Dresden” ed erano state distribuite le mimetiche. La dirigenza del club ha chiesto scusa alle vittime ed ha annunciato misure contro gli atteggiamenti violenti.