Tenta il suicidio in carcere l’ex di Gessica, la miss sfregiata con l’acido

Un tentativo di suicidio in carcere, utilizzando un lenzuolo: voleva farla finita l’ex fidanzato di Gessica Notaro, Edison Tavares, accusato di aver sfregiato con l’acido la 27enne riminese. Lei, nell’udienza al processo per stalking sempre a carico di Tavares, si è mostrata col volto deturpato dall’aggressione. Il suo ex ha visto e apparentemente era rimasto impassibile. Ora la notizia del tentato suicidio, riportata dal Resto del Carlino di Forlì. “Stamattina devo andarlo a visitare e accerterò cos’è successo – spiega all’Adnkronos l’avvocato Riccardo Luzzi – A me non risulta, ma so che c’è una situazione peggiorata dopo l’udienza del 27 aprile” quando appunto per la prima volta ha rivisto Gessica e ha constatato i danni sul suo volto. L’avvocato Luzzi difende il capoverdiano insieme ad Andrea Tura. “Al momento so solo dell’aumento della sorveglianza che il carcere mi ha comunicato. Martedì scorso ho parlato con i responsabili del carcere che mi hanno informato di uno stato depressivo accentuato e di un malessere profondo tant’è che hanno disposto la sorveglianza a vista”.

Tavares è rinchiuso nel carcere di Forlì dal 10 gennaio scorso. Il 29enne sarebbe uscito dall’udienza del 27 aprile del processo per stalking alla 27enne molto prostrato perché sarebbe rimasto colpito dalle condizioni di Gessica e dalla deposizione della madre della ragazza, Gabriella, che ha raccontato di come considerasse Eddy Tavares come un figlio durante la relazione con Gessica. Per Tavares non sarebbe il primo tentativo di suicidio dopo la fine della relazione con Gessica Notaro.