Striscia contro Insinna e ora Insinna contro Ezio Greggio: è guerra totale (2 VIDEO)

Un match senza esclusione di colpi (compresi quelli sotto la cintura). Un duello che sembra non avere fine. Un braccio di ferro che, tra accuse e giustificazioni, botte e risposta, prosegue ormai ininterrottamente da giorni. Giorni di servizi mandati in onda, di video rubati e di immagini censurate, giorni in cui la cattiva maestra tv e i suoi alunni social stanno dando il peggio di loro.

Braccio di ferro Striscia-Insinna: ultima (?) puntata

Così, mentre Striscia attacca in tv, Flavio Insinna replica via Facebook: e tra scuse e accuse l’interminabile soap legal-televisiva tiene banco. Dunque, dopo i servizi all’attacco del tg satirico di Antonio Ricci, il condittore di Affari tuoi – per la verità da tempo nel mirino di Striscia per questioni di competitività negli ascolti – prima pubblica un video della consegna – mai andata in onda – del tapiro consegnato da Staffelli anni addietro, poi in una lunga e verbosa diretta video (visualizzata  da quasi 800.000 persone) chiede scusa ancora a tutti e si giustifica: «Mi devo giustificare – esordisce l’attore-conduttore – e si deve giustificare chi fa la televisione in quella maniera, per distruggere una persona. Dal 2003 Affari Tuoi viene martellato tutte le sere in maniera sempre più volgare. Abbiamo un’unica colpa: andare in onda allo stesso orario di Striscia». Poi il j’accuse diretto col dito puntato contro Ezio Greggio.

Le accuse a Ezio Greggio, la difesa dei suoi legali

«Sono l’unico che in tutti questi anni ha rifiutato il tapiro, invece di fare il sorrisetto di circostanza. Ho mille difetti ma sono una persona onesta e pago tutte le tasse. Andate a cercare sui giornali: “Ezio Greggio evasore fiscale, deve patteggiare”. Non posso essere querelato, sta sui giornali […] Com’è che non è andato in onda il servizio di Staffelli? Bisogna ridere e prendere il tapiro, ma chi l’ha detto? Chi l’ha detto che devo farmi dire che sono un imbroglione e presento un gioco taroccato? Voi pretendete civiltà, rispetto? Ne pretendo anche io. Ho sbagliato e pagherò, ma sorrisetti non ne faccio se mi vengono a dire che sono un ladro e un imbroglione»… Poi la stoccata finale, con tanto di affondo: «Invece di preoccuparsi di me, dessero il Tapiro ad Ezio Greggio, che non paga le tasse»…

La replica di Greggio: «Mai evaso le imposte»

Immediata la replica del conduttore e attore di Canale 5 – da sempre in prima linea dietro il bancone di Striscia – che non ci sta a passare per evasore e tramite una nota del suo entourage legale rettifica quanto dichiarato su Fb da Insinna, rispendendo le accuse al mittente. Accuse pesanti che quasi oscurano il caso dei fuorionda con lui protagonista (e vittima). Un’offensiva sferrata da Insinna sul web a cui Greggio, tramite i suoi collaboratori, ha risposto così: «Ascoltate e lette le diffamatorie dichiarazioni del signor Flavio Insinna, precisiamo che il signor Ezio Greggio non solo non ha mai evaso le imposte, sempre pagate in Italia fino all’ultimo centesimo, ma, chiariti i passati equivoci, intrattiene un rapporto corretto e trasparente con le istituzioni fiscali». Palla al centro e alla prossima puntata…