Spiaggia, ombrelloni e spese extra, i consigli per evitare il salasso a mare

Lettino, stabilimento e costi extra. Andare in spiaggia ha un prezzo che non sempre ci possiamo permettere. Per questo ecco qualche consiglio dell’Adoc su come risparmiare, tenendo sempre in mente, ricorda l’associazione dei consumatori, che «l’accesso alla battigia è sempre gratuito».

Spiaggia, ecco come risparmiare

Abbonamento condiviso. Per risparmiare la metà del costo di un abbonamento è possibile acquistarlo in condivisione con altre persone e alternarsi nella fruizione della cabina, del lettino, della sdraio e dell’ombrellone.

In vacanza fuori stagione. A settembre si risparmia in media circa un terzo rispetto ai mesi più “caldi”.

Portarsi il pranzo o lo spuntino. Se ci si organizza con panini, frutta e acqua portati da casa si abbatte completamente la spesa per il mangiare.

Nello stabilimento solo la mattina o il pomeriggio. Alcuni lo permettono e così si può risparmiare sensibilmente sui costi, anche fino alla metà, godendo comunque dei servizi offerti.

Lontani dal mare. Fate attenzione, alcuni stabilimenti è possibile incontrare una grande differenza di prezzo tra i servizi vicini alla battigia e quelli più vicini all’ingresso dello stabilimento. Se stare in riva al mare non è fondamentale è di sicuro una soluzione intelligente.

Spiaggia libera. Date un’occhiata, magari è la scelta giusta e, se volete stare comodi, potete anche investire in ombrellone e sdraio come si faceva una volta.

Portatevi tutto, anche la crema solare. Controllate bene di avere tutto il necessario per non scottarvi. Il costo di una crema solare in loco, ma non è sempre detto, potrebbe salire e di molto rispetto, magari, a un acquisto fatto in città.