Spararono con i kalashnikov e fuggirono nel campo rom. Il blitz della polizia

Cinque sinti sono stati arrestati dalla polizia di Padova con l’accusa di tentato omicidio in merito alla sparatoria a colpi di pistola e kalashnikov avvenuta lo scorso ottobre a Pionca di Vigonza (Pd) nei pressi del campo rom della famiglia dei Pavan. In quell’occasione il gruppo armato sparò all’impazzata, ad altezza uomo, su roulotte ed autovetture, fuggendo poi a bordo di un’auto rubata. Dalle prime ore di questa mattina è in corso una vasta operazione della polizia  in alcuni accampamenti nomadi tra Padova, Treviso e Venezia. I cinque arresti sono stati eseguiti dalla Squadra Mobile di Padova, coordinata dal Servizio Centrale Operativo e con l’ausilio delle Squadre Mobili di Venezia e Treviso.