Sorrento, sgominata banda di falsari: ecco come riconoscere le banconote false (2 video)

Altro che frode telematica, pirati informatici e hackers occulti in missione contro i poteri forti della finanza internazionale: la vecchia truffa delle banconote false continua a imperversare tra i proseliti del rito della contraffazione. Una moda che, tra i malviventi, non conosce soste e periodi di crisi e che oggi, a Sorrento, ha portato all’arresto di 7 persone.

Banconote false, giro di contraffazioni a Sorrento

E così, è successo ancora, stavolta a Sorrento, dove una banda specializzata nella falsificazione di banconote da 10 euro riprodotte in facsimile in maniera così sofisticata da ingannare i cambiamonete automatici è stata scoperta dai carabinieri della città al lavoro sul caso. Banconote false in tutto e per tutto simili, specualari, al prototipo originale tanto da beffare addirittura sofisticati sistemi tecnologici atti anche a smascherare la truffa. Eppure qualcosa nei sofisticati gangli informatici non ha funzionato: e i truffatori sono stati liberi di agire, cambiare e far smerciare a terzi banoncote fasulle. Imitate ad arte, ma fasulle.

Ecco come riconoscere le banconote false

E allora, sono andate avanti a lungo le operazioni di fermo e le perquisizioni di rito che hanno portato all’esecuzione delle misure cautelari emesse dal gip di Torre Annunziata per contestazioni che vanno dal concorso in contraffazione al furto aggravato. Sequestrati, nel corso del blitz, migliaia di biglietti contraffatti destinati ad essere cambiati con banconote autentiche nelle macchinette cambiasoldi distribuite in molti punti del centro cittadino, compresi i centri commericlai della zona. Ma ecco un video postato su youtube e riportato in apertura che insegna come non cadere nella facile trappola della banconote false. Di seguito invece, visto che tutto si è verificato ed è stato smascherato in Campania, una delle più esilaranti sequenze de La banda degli onesti con Totò e Peppino.