Selfie estremi, video choc alle “Iene”, Rovazzi: “Così si muore da dementi”

 

Selfie estremi alle Iene:  Fabio Rovazzi veste per la prima volta i panni da Iena per raccontare il fenomeno dei selfie estremi, l’ultima pericolosa moda che sta spopolando tra i giovanissimi. Ha voluto lanciare un monito per tanti giovani sedotti dall’“attimo fuggente” che spesso di rivela momento fatale. 
Sul tetto di un grattacielo, sui binari del treno o in cima a una gru: questi sono solo alcuni dei luoghi scelti da chi, pur di guadagnare qualche “like” in più sui social, rischia la vita per un semplice “daredevil selfie”, ovvero un autoscatto o un video realizzato in una situazione ‘al limite’. A volte, però, questa tendenza si è rivelata fatale. L’ultimo tragico caso balzato agli onori della cronaca riguarda uno studente romano morto a Livorno, folgorato dall’alta tensione mentre tentava di scattarsi una foto su un vagone di un treno parcheggiato in un deposito.

Selfie estremi, monito per i giovani

Per approfondire le cause che spingono tanti giovani a mettere a repentaglio la propria vita per farsi notare sul web, il comico musicale e videomaker milanese intervista dapprima alcuni adolescenti italiani e, in seguito, Angela Nikolau, modella e atleta russa nota in tutto il mondo per i suoi scatti estremi a un passo dal vuoto. Rovazzi si reca quindi a Dubai per documentare l’ultimo shooting di Angela e del suo fidanzato Ivan. Qui, i due – che si dichiarano professionisti e invitano i loro fan a non imitarli – si destreggiano senza alcuna protezione o misura di sicurezza tra balaustre e cornicioni di edifici di oltre 60 piani. Con l’obiettivo di dissuadere i più giovani da questo folle trend, infine, la Iena Rovazzi raggiunge, armato di megafono, la scuola frequentata da quattro adolescenti recentemente colte nel tentativo di fotografarsi nei pressi dei binari del treno.