Scalfarotto prende marito e finge di non voler divulgare il lieto evento

Ivan Scalfarotto si sposa con il fidanzato storico, Federico. È il primo membro del governo italiano a convolare a nozze grazie alla legge sulle Unioni civili. La cerimonia sarà celebrata sabato a Milano, dall’assessore e amico di Scalfarotto, PierFrancesco Majorino. Scalfarotto, comunque, non sarà l’unico parlamentare sposato con una persona dello stesso sesso: in Senato, c’è, per esempio, Sergio Lo Giudice, che però si è sposato a Oslo.

Scalfarotto: «Speravo di evitare di finire sui giornali»

A dare la notizia del matrimonio di Scalfarotto è stata Repubblica, mentre lui si trovava in missione a Pechino per partecipare al “Belt and Road forum” sul rilancio della via della Seta. «Sono emozionato. Ma mancano pochi giorni e sono qua, a diecimila chilometri di distanza dall’Italia. Spero che per sabato sia tutto pronto», ha rivelato l’esponente Pd al giornalista Goffredo De Marchis, che ha scoperto e divulgato la data delle nozze. «Speravo proprio di riuscire a evitare di finire sui giornali per una cosa così privata e ormai pensavo anche di avercela fatta», ha proseguito il viceministro, che però un anno fa, quando fu approvata la legge sulle unioni civili, annunciò personalmente di voler compiere il grande passo, dopo un decennio di convivenza. 

I dati sul «flop» delle Unioni civili

La notizia del matrimonio di Scalfarotto arriva a una settimana dalla divulgazione dei dati sulle Unioni civili: appena 2800 in quasi un anno. Un «flop» come hanno commentato in molti, ricordando la grande attenzione e la centralità che fu assegnata al provvedimento nell’agenda legislativa italiana.