Salvini avverte Berlusconi: festeggi Macron? Scordati l’alleanza con la Lega

“Berlusconi festeggia Macron? Mi sembra stia in pessima compagnia, perché la pensa come Renzi, Boldrini e i 5 stelle. Chi crede di fare l’Italia schiava di quest’Europa dalle regole assurde e dall’immigrazione incontrollata, si scordi pure l’alleanza con la Lega“. Matteo Salvini mostra di non gradire l’entusiasmo, sia pur contenuto, con cui Forza Italia ha accolto la sconfitta di Marine Le Pen interpretandola come una lezione per la destra italiana. Il centrodestra deve insomma darsi una regolata e virare al centro, per convincere quei moderati spaventati da tesi troppo estremiste come l’auspicio dell’uscita dall’Ue.

Salvini fiuta il pericolo: dietro l’angolo, se questa tesi dovesse avere il sopravvento, ci sarebbe il suo ridimensionamento. Ecco allora che decide di far partire il suo avvertimento a Silvio Berlusconi: la linea è quella lepenista e non si cambia, altrimenti niente alleanza.  

Ma cosa aveva detto il leader di Forza Italia? Intanto che la vittoria di Emmanuel Macron in Francia “è una cosa buona” ed è un “bene per l’Europa”. E ha aggiunto:  “È bene che anche Salvini possa verificare che certe teorie non portano a convincere gli elettori e che quindi non vale la pena di perseguirle”. “L’Europa della mia generazione dei padri fondatori era un faro di pace e civiltà. Oggi è un’Europa burocratica soprattutto che ha come conseguenza europei che poco la  amano, qualcuno la disprezza, qualcuno vuole che finisca, qualcuno vuole addirittura uscire dall’Europa e dall’euro. La vicenda Macron ci consolida nella volontà di ricostruzione dell’Europa che è quello che diciamo da sempre”. “La Francia – ha concluso Berlusconi – tra l’altro è il nostro più importante partner commerciale quindi il fatto che le merci possano continuare a passare senza vincoli di frontiera e di dazi è una cosa senz’altro positiva anche per il nostro food”.