Rouhani: «L’Iran ha deciso di dialogare con il mondo»

«Il mondo sa che l’Iran ha scelto la strada dell’interazione con la comunità internazionale e bada a promuovere la pace e l’amicizia, ma non accetterà l’umiliazione in  alcuna circostanza». Lo ha dichiarato Hassan Rouhani, nel primo discorso dopo la rielezione alla presidenza dell’Iran trasmesso in  diretta dalla tv di Stato Irib. Rouhani ha sottolineato che l’Iran è  pronto a rafforzare e ampliare i legami con la comunità internazionale in tutti i campi.

Il voto in Iran «ha dimostrato ai Paesi della regione che possono ripristinare la sicurezza attraverso il rafforzamento della democrazia e il rispetto per i voti delle loro popolazioni, mentre la fiducia nei confronti delle potenze straniere non porta a nessun risultato». Per Rouhani, gli elettori iraniani «hanno detto no a coloro che volevano riportare il Paese indietro». «Avverto il peso sulle spalle e spero di essere un onesto difensore delle vostre richieste» ha aggiunto Rouhani,  precisando che «gli iraniani hanno dimostrato che la Nazione è unita».

Con una mossa inusuale, Rouhani ha anche ringraziato l’ex presidente riformista Mohammad Khatami, che in campagna elettorale si era espresso a favore della sua  conferma. Da anni Khatami è oscurato dai media ufficiali che hanno  l’ordine di non pubblicare notizie che lo riguardano o anche sue foto. Khatami paga il sostegno dato all‘Onda Verde durante le proteste  antigovernative che scoppiarono in Iran dopo la rielezione nel 2009 di Mahmdoud Ahmadinejad. Rouhani ha anche  ricordato l’ex presidente e alleato politico, Akbar Hashemi Rafsanjani, morto a gennaio. «Vorrei ricordare l’uomo della  moderazione, che è venuto a mancare»,