Roma, minacce e botte alla sorella e alla madre di 90 anni: «Voglio i soldi»

Anni di continue richieste di denaro per l’acquisto di stupefacente. Minacce e violenze nei confronti della sorella e della madre. È accaduto a Roma, zona Casilino. L’ultima lite ieri pomeriggio quando, le vittime, stanche delle continue discussioni, hanno telefonato al Nue (Nucleo unico emergenza) invocando aiuto. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, si sono trovati davanti le due donne, madre e figlia, che, ancora spaventate, hanno raccontato loro quanto accaduto.

L’uomo ha anche picchiato la madre

Il loro congiunto, per l’ennesima volta aveva iniziato a chiedere denaro. Al loro rifiuto, aveva iniziato a lanciare suppellettili e mobili a terra. Poi si era avventato contro la madre spingendola sul divano e aveva colpito al volto la sorella con una testata allontanandosi da casa. Visto lo stato di agitazione dell’anziana donna di oltre 90 anni, i poliziotti hanno richiesto l’intervento sul posto del 118 che ha provveduto ad accompagnarla in ospedale dove è giunta in codice giallo.

L’aggressore ea già stato diffidato nel 2007

All’atto di andare via, nascosto tra le auto in sosta, grazie alle descrizioni fatte dalla madre e dalla figlia, i poliziotti hanno
riconosciuto l’aggressore e malgrado il suo tentativo di fuggire, sono riusciti a bloccarlo. Accompagnato negli uffici del commissariato T.A., romano di 55 anni, è stato arrestato per estorsione aggravata e lesioni personali. Gli accertamenti successivi effettuati dagli agenti hanno fatto emergere che episodi analoghi si erano già verificati e
che a carico dell’aggressore risultava anche un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare risalente al 2007.