Roma, condomini bloccati dai rifiuti. E 35 anni fa già uno spot denunciava il caso (video)

Era il 1982 quando Nino Manfredi girava un divertente spot sui rifiuti a Roma. Gli anni sono passati, le amministrazioni si sono avvicendate, ma il problema resta irrisolto, raggiungendo picchi drammatici come in questi giorni. E il tema diventa oggetto di scontro da campagna elettorale, con il Pd armato di ramazze per le strade della Capitale e la giunta pentastellata guidata dalla Raggi che manda in giro i mezzi Ama per ripulire finalmente vie e piazze.

Soluzioni estemporanee, da cui non giungerà certo una risoluzione definitiva del problema che raggiunge livelli paradossali. Sul sito del Messaggero si legge infatti che a Torpignattara, al civico 7 di via della Marranella,  i condomini spesso sono prigionieri dell’immondizia. Letteralmente: non riescono ad aprire il portone ostruito da rifiuti ingombranti. Venerdì mattina “non riuscivamo a uscire dal portone – spiega Massimo Previtero, residente, attore, autore del film Caro nipote per la regia di Emanuele Di Leo – ma non è la prima volta che capita: hanno abbandonato un’intera cucina davanti ai cassonetti che sono stati posizionati troppo vicino al nostro portone. E’ una vera disgrazia: abbiamo chiesto all’Ama di spostarli, ma ci hanno risposto che non è possibile».