Riecco la Kyenge: «Chi non accoglie i migranti dev’essere punito» (video)

La Kyenge prende il microfono e – forse ricordando il suo slogan “siamo tutti clandestini” – invoca le sanzioni “per chi non accoglie i migranti”. Gli Stati membri Ue si sono impegnati a trasferire 160mila richiedenti asilo da Italia e Grecia negli altri Stati membri entro settembre 2017: ma finora solamente 18.400 persone sono state effettivamente ricollocate. Il tema è stato affrontato mercoledì pomeriggio nell’emiciclo dell’Europarlamento a Strasburgo. Nel suo intervento in aula, l’eurodeputata Cécile Kyenge, già ministro dell’Integrazione, ha  sottolineato che bisognerebbe sanzionare i Paesi che non accolgono i rifugiati: «L’11% dei beneficiari di protezione internazionale effettivamente ricollocati, non è certo un risultato di cui andare fieri. Solo due Stati membri su 28 che rispettano gli impegni; due Stati membri che proprio non ne vogliono sapere di accogliere i richiedenti asilo nei loro territori; molti altri invece che a parole promettono ma nei fatti smentiscono. E cosa succederà dopo il 26 settembre 2017?»