Razzi mediatore di pace con la Corea al ritmo di Gangnam Style. Imperdibile (VIDEO)

Si offre mediatore di pace tra le due Coree e tra Pyongyang e il mondo mentre, negli anfratti di Palazzo Madama, intercettato da Radio Rock 106.6, canta alla Karaoke Rock Bike dell’inviato Dejan Gangnam Style” del rapper sudcoreano PSY. Una scelta canora appropriata e una linea stilistica coerente con il personaggio “poilitico”: e ancora una volta il senatore forzista Antonio Razzi trona a far parlare di sé…

Razzi, peacemaker sulle note di Gangnam Style

Del resto  non è la prima volta che il senatore azzurro, recentemente noto per i suoi reiterati viaggi in Corea del Nord – punta sulla sua teatrale comunicazione per affrontare spinise questione di politica estera. E così, ancora una volta – in questo caso al ritmo di Gangnam Style e sulle note del successo planetario del rapper sudcoreano PSY, si cimenta nel ruolo di peacemaker internazionale (ed eclettico, indubbiamente eclettico). «La dedico alle due Coree – precisa Razzi in apertura di performance – anche se la canzone viene dalla Corea del Sud, la dedichiamo alla Corea del Nord sperando che il maresciallo Kim Jong-Un non spari più e ritorni la pace tra le due Coree. Naturalmente con l’appoggio del grande presidente degli Stati Uniti Trump».
Tre colossi mondiali riuniti in un solo giro di sol, ai quali poi l’esponente forzista dedica anche un appello finale: «Naturalmente – chiosa in musica Razzi – io sono disponibile per aiutare loro alla pace e sono pronto anche a sacrificarmi». Che altro aggiungere?