Radicalizzato, ma in permesso premio: rintracciato l’islamico evaso a Padova

È stato rintracciato e arrestato il marocchino di 42 anni evaso dal carcere di Padova il 6 maggio, mentre era in permesso premio. Mohamed El Hachimi, pluripregiudicato, era stato segnalato come islamico radicalizzato

Le autorità a conoscenza della radicalizzazione

I segni della sua radicalizzazione erano emersi proprio durante la detenzione: mentre era in carcere l’uomo aveva professato di appartenere al sedicente Stato Islamico, motivo per il quale era stato inserito dalla struttura penitenziaria tra i detenuti da monitorare. Ciononostante aveva avuto accesso al permesso premio. L’uomo sarebbe dovuto rientrare in carcere sabato, dopo aver trascorso qualche giorno in una casa di accoglienza ma, eludendo la vigilanza, è riuscito a far perdere le proprie tracce.

L’evaso rintracciato vicino alla stazione

El Hachimi, poi, è stato riconosciuto da un agente della polizia penitenziaria nei pressi della stazione ferroviaria di Padova. Sul posto sono immediatamente arrivati gli agenti della Digos, che hanno svolto le indagini dopo la segnalazione di evasione da parte della penitenziaria, insieme alle pattuglie delle volanti e ad un’Unità operativa di pronto impiego e personale della polizia penitenziaria, hanno bloccato e ammanettato l’evaso, mentre tentava di nascondersi all’interno di un casolare.