Povia prende a legnate i comunisti del nuovo millennio: ecco cosa scrive

Sta girando l’Italia in tour dall’inizio dell’anno, presentando il suo ultimo #album #Nuovo contrordine mondiale, rivendicando il diritto di pensarla diversamente attraverso una rilettura della storia originale e libera dal Pensiero Unico. Un post sul suo profilo Facebook di pochi giorni fa è affilato come una lama e ha un titolo che è tutto un programma: IDENTIKIT DEL COMUNISTA DEL NUOVO MILLENNIO. Qui  Povia fa letteralmente “a pezzi” i comportamenti che più fanno indignare lui e i suoi fan, che a valanga stanno commentando le sue parole.  Cosa fa il “perfetto” comuninista di oggi? Ecco: “Inveisce contro Trump dicendo che è nazionalista, contro Le Pen dicendo che è razzista e xenofoba, contro Korea e Russia dicendo che sono dittature brutte. È a favore di Macron che farà le stesse inutili cose di Hollande e Sarkozy. È contro la GB perché esce dall’UE e dai vincoli micidiali dei trattati. Ama Obama, premio Nobel per la pace soprattutto nella guerra in Siria dal 2011». La “demolizione” prosegue senza freni, sul terreno sociale.

I comunisti e l’utero in affitto

Ancora: che rimane della politica a favore delle donne del perfetto comunista del nuovo millennio?  Questo, contnua a scrivere Povia: «È a favore delle donne sfruttate che vendono l’utero ad una coppia gay che vuole un bambino per forza. (senza difetti come voleva Hitler, sennò aborto per contratto). È a favore dell’immigrazione di massa, tanto se muoiono in mare a lui non frega niente. IL COMUNISTA DEL NUOVO MILLENNIO è anche a favore di un regime finanziario fatto da banche di investimento e speculazione. È a favore di un parlamento finto a trazione Nazi-Tedesca che ci comanda da Bruxelles e che ci sta desertificando, derubando, deindustrializzando, attraverso una banca finta (Bce) che ha il controllo della moneta (l’euro). In poche parole IL COMUNISTA DEL NUOVO MILLENNIO, sostiene il nuovo-nazismo, non se ne accorge ed è un essere umano perfettamente manipolabile dal potere. Qualcosa da aggiungere?». Noi no. Ha scritto tutto lui.

Il pregiudizio “a prescindere”, il cervello all’ammasso

Con un ultima nota dedicata ai “bimbiminkia”, termine che c0mprende grandi e piccoli vittime del pensiero unico e della superficialità elevata a sistema: “Il bimbominkia è colui che non sa le cose ma le ripete per sentito dire da altri bimbiminkia. E’ colui che aspetta il suo turno per parlare, senza nemmeno aver ascoltato. E’ colui che ha pregiudizi e ti critica a prescindere, senza conoscerti. Immagina Manzoni che va a presentare i Promessi sposi e uno dal pubblico si alza e dice: “io non ho letto il libro ma sono d’accordo con Don Rodrigo sul fatto che il matrimonio non si ha da fare”.