Pippa Middleton all’altare tra pioggia, paparazzi e vip: tutti i dettagli delle nozze

Tutto è pronto, ombrelli compresi, per il matrimonio quasi reale di Pippa Middleton con il finanziere James Matthews, nell’augurio dei più, e la fervida speranza degli sposi, che non piova. Almeno non troppo. Detto ciò, come ampiamenti noto e dibattuto su autorevoli testate e siti web, e sciscerato in innumerevoli giornali di gossip di tutto il mondo, i preparativi vanno avanti instacabilmente da settimane. E oggi, giorno del fatidico sì, i paparazzi sono pronti all’assedio per riuscire a strappare qualche scatto che – come quasi sempre in questi casi accade – sarà concesso in esclusivo a una fortunata – e più che remunerativa – testata. 

Pippa Middleton all’altare: alle nozze evento 350 ospiti vip

La chiesa non è proprio una parrocchia qualunque, ma la prestigiosa cappella di St.Mark, un edificio storico che fa parte di Englefield House, dove sono stati girati il film Il discorso del re e la serie Netflix The Crown. Ed è, guarda caso, vicina alla tenuta di campagna dei signori Middleton dove, nel maniero di Bucklebury, la elegante e magniloquente dimora dei genitori di Pippa, da 6 milioni di euro, sarà allestito lo spazio atto a ricevere gli sposi vip. Ed è lì che è stata predisposta una struttura in ferro e vetro costata la modica cifra di 65.000  sterline, allestita e addobbata nell’ampio terreno di famiglia della sposa, e pronta ad ospitare i 350 ospiti previsti all’evento, quasi tutti vip esclusivissimi, a partire dai giovani rampolli della famiglia Windsor.

Un matrimonio quasi reale: gli eredi al trono come paggetti

Tutto è organizzato al secondo: e anche se non sarà celebrato a Westminister alla presenza della famiglia reale – non al completo, almeno – il matrimonio di lusso di Pippa Middleton con il finanziere James Matthews (che un pizzico appena di sangue blu lo vanta, lei di sicuro in quanto acquisito) è già un evento mediatico: da settimane prima della sua sontuosa celebrazione. Non stupisce, allora, che secondo quanto riportato dal Mirror online, il costo approssimativo investito per il lieto evento superi le 250.000 sterline, vale a dire all’incirca 15 volte in più di quanto si potrebbe permettere una comune coppia mortale che non vanti nel proprio albero genealogico antenati reali o congiunti dal sangue blu. (al netto di difficoltà personali, recessione internazionale e conseguenze da Brexit).  

Destinazione della luna di miele top secret… o quasi

Per correttezza dell’informazione, però, va detto che incluso in quel totale da capogiro rientrano anche il servizio di catering 70.000 sterline, che non comprende le 17000 per gli alcolici, l’abito da sposa da 10.000 sterline e gli anelli per il fatidico sì da 20.000. Un dettaglio, nient’affatto trascurabile, è gratis: la partecipazione degli eredi al trono, i due nipotini della sposa, George e Charlotte, come paggetto e damigella d’onore: saranno loro ad accompagnare la zia all’altare: e senza pretendere un penny…Un’ultima curiosità: la destinazione della luna di miele è top secret, anche se in tanti scommettono su Eden Rock, il resort della famiglia Matthews a St. Barth, tra gli hotel più esclusivi al mondo. Del resto, noblesse oblige…