«Per essere credibili bisogna essere ammazzati». L’ultima intervista di Falcone (video)

Giovanni Falcone, nel corso della sua ultima intervista pubblica rilasciata a Babele, la trasmissione televisiva di Corrado Augias, in onda su Rai tre sosteneva con amarezza che «per essere credibili bisogna essere ammazzati».  Una credibilità che, per l’appunto, molti politici gli avevano riconosciuto solo dopo il suo martirio. Fino a quando era ancora in vita il padre del maxi-processo contro Cosa Nostra del 1987 e principale protagonista del pool antimafia dei magistrati di Palermo, aveva subito attacchi da politici e da alcuni suoi colleghi che ne ostacolarono l’arrivo nel Csm.¢