Obama arriva a Milano. Ma perché dargli le chiavi della città? (video)

L’ex presidente americano Barack Obama è arrivato a Milano dove domani sarà protagonista del summit sul cibo Seeds&Chips e riceverà le chiavi della città dal sindaco Giuseppe Sala. Un inspiegabile atto di vassallaggio. L’ex presidente Usa è atterrato a Linate e alloggia al Park Hyatt, l’hotel di fianco alla Galleria, lo stesso che ospitò la moglie Michelle durante la sua visita all’Expo. Ad attenderlo decine di giornalisti e curiosi; le forze dell’ordine hanno transennato l’area per garantire la massima sicurezza e un elicottero della polizia sorvola il centro. L’ex presidente però ha preferito evitare la folla ed entrare da via Cattaneo senza farsi riprendere da fotografi e telecamere. Obama potrebbe visitare nel pomeriggio alcuni dei luoghi più suggestivi della città – dal Duomo al Cenacolo -, ma sui suoi appuntamenti c’è il massimo riserbo. Quello che è certo è che stasera sarà protagonista di una cena strettamente riservata nella sede dell’Ispi. Domani Barack Obama sarà ospite d’onore di Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit, il vertice internazionale sulla food innovation in fiera. Tra gli incontri in programma domani anche quello con il segretario del Pd, Matteo Renzi. 

Obama vedrà anche il presidente della Lombardia Roberto Maroni il quale ha dichiarato che chiederà all’ex presidente un impegno a diffondere il Made in Italy in un mercato importante come quello degli Stati Uniti.