Nigeriani si accoltellano al Centro di accoglienza di Bari: un morto

Ennesima rissa tra clandestini con esisti drammatici: un uomo è morto e un altro è ricoverato in gravi condizioni, con un polmone perforato, dopo una lite scoppiata improvvisamente questa mattina al Centro accoglienza richiedenti asilo di Bari Palese. Intorno alle 10 due clandestini di origine nigeriana hanno sfoderato i coltelli dopo aver alzato la voce. A causare il litigio probabilmente l’utilizzo di una vaschetta di plastica. Idemudie Austine, 22 anni, classe 1995, è rimasto ucciso. Oliver Uche, 20, è gravemente ferito: ha un polmone perforato ed è stato trasportato al Policlinico di Bari, dove è piantonato. Sul posto, oltre ai sanitari del 118, anche la Polizia. Sul delitto indagano i carabinieri della Compagnia San Paolo. I rilievi sono stati effettuati dalla sezione investigazioni scientifiche dell’Arma. Questa ennesima tragedia pone seri interrogativo sulla sicurezza di questi centri di accoglienza e anche sul fatto che i clandestini possano girare armati impunemente.