Niente tablet sui voli verso gli Usa: la Ue dà ragione a Trump

Il divieto Usa di portare tablet e laptop a bordo degli aerei potrebbe essere esteso anche ai voli che provengono dall’Europa. La notizia è stata riportata come indiscrezione dalla stampa Usa, ma è stata poi la Commissione Ue a confermare l’esistenza di contatti con Washington su questo tema. 

Lettera dell’Ue agli Usa sulla sicurezza in volo

«C’è stato un incontro in cui questa questione è stata discussa. L’Ue e i suoi Stati membri sono assolutamente disposti a lavorare a stretto contatto con tutti i partner internazionali, incluse le autorità statunitensi, su questa questione», ha spiegato la portavoce della Commissione europea per i Trasporti Anna-Kaisa Itkonen, durante un briefing con la stampa a Bruxelles. La funzionaria ha inoltre chiarito che la Commissione europea «ha inviato» all’amministrazione Usa «una lettera», firmata dai commissari Violeta Bulc e Dimitris Avramopoulos, con la quale si dice «desiderosa di proseguire la cooperazione con gli Usa, che dura da tempo, sulle questioni relative alla sicurezza dei voli», come quella che riguarda i rischi connessi a laptop e tablet, che potrebbero consentire l’introduzione di esplosivi a bordo degli aerei.  

Bruxelles pronta a collaborare sul no ai tablet a bordo

Il divieto di portare laptop e tablet a bordo è stato imposto dagli Usa, non senza polemiche, per i voli provenienti da una decina di Paesi del Nordafrica, del Medio e del Vicino Oriente. La misura, adottata a marzo, è stata poi ricalcata anche dalla Gran Bretagna. Ora, a quanto pare, Washington starebbe per estenderla anche ai voli provenienti dall’Europa. «Nessun annuncio è stato fatto dagli Usa in proposito, ma la questione è stata portata alla nostra attenzione», ha ammesso Itkonen, anticipato che sull’argomento ci sarebbe stata una riunione telefonica tra il segretario Usa alla Sicurezza Interna, John Kelly, e diversi ministri Ue.