Napoli, lite in classe alle medie. Tredicenne accoltella un compagno

Uno studente di 13 anni ha accoltellato al gluteo un suo coetaneo in una scuola media in via Terracina a Napoli. Il ragazzo ferito, in maniera non grave, è stato medicato in ospedale e dimesso. I genitori hanno denunciato il fatto al Commissariato San Paolo che indaga con il coordinamento della Procura presso il Tribunale per i minorenni.

Al culmine di uno scontro in aula, alla media “Console” nel popolare quartiere di Fuorigrotta – come riferisce il Corriere del Mezzogiorno – un tredicenne ha estratto un coltello e colpito il compagno di classe a un gluteo. A intervenire è stata l’insegnante, in quei momenti concitati presente in aula, che ha chiesto aiuto ai bidelli e ai responsabili dell’istituto. I due erano seduti uno accanto all’altro quando è iniziata la contesa. La vittima non ha denunciato subito l’aggressione: ha chiesto di andare in bagno e il tredicenne l’ha accompagnato. Poi è stato lanciato l’allarme dai docenti, che hanno chiesto l’intervento dei sanitari. Il tredicenne era già stato segnalato altre volte dalla dirigente scolastica come «incline ad atti di bullismo».

Ha raccontato Armando Sangiorgio, il dirigente scolastico, sempre al Corriere del Mezzogiorno: «L’aggressore è un ragazzo in difficoltà, ce ne eravamo accorti ma non potevamo immaginare che potesse succedere quello che è accaduto. Si tratta di un episodio da biasimare, ma abbiamo il dovere di capire il suo malessere e tentare di risolverlo. Perché come padre, educatore e dirigente, sono convinto che il ragazzino può essere recuperato».