Milano, madre abbandona il figlio nella metro. Poi ci ripensa ma trova la polizia

Un altro neonato abbandonato. Stavolta le sue condizioni non erano tragiche come quella della bimba abbandonata a Trieste, poi deceduta in ospedale. L’episodio si è verificato a Milano, dove un ispettore del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Milano, mentre stava andando in ufficio alle otto, si è accorto della presenza di un neonato che era stato abbandonato sulla banchina di attesa dei treni della stazione della Metropolitana della Linea 3 di Piazza della Repubblica. Il militare, insieme ad altri colleghi immediatamente intervenuti, ha prestato subito i primi soccorsi al bambino in attesa dell’arrivo del personale medico che nel frattempo era stato allertato. Sul posto sono intervenuti altri militari e i dipendenti dell’Azienda Trasporti Milanese (Atm) addetti alla sicurezza della stazione ”Repubblica”, che hanno fornito il proprio supporto in attesa dell’arrivo della pattuglia della Polizia di Stato e degli operatori di servizio ”118”. Da una prima visita effettuata sul posto dai sanitari intervenuti, il neonato è apparso in buone condizioni di salute. Dopo circa mezz’ora la madre del piccolo, forse in preda al rimorso per la decisione di abbandonare il piccolo,  è tornata indietro e ha trovato sul posto polizia, carabinieri e personale medico. La Polmetro ha segnalato la vicenda all’autorità giudiziaria.