Milano, la strada maledetta: bambina finisce sotto il tram, come nel ’99…

Una strada maledetta: proprio lì, in via Mac Mahon, a Milano, nel 1999 una ragazza di 14 anni, Valentina Gallotta, era stata investita e uccisa da un tram mentre stava andando al liceo scientifico Bottoni, dopo aver salutato la mamma. Oggi è accaduto ancora, con una ragazzina di 12 anni, che ha riportato “solo” (si fa per dire…) l’amputazione di un piede dopo essere stata investita dal tram sulla stessa strada, poco prima delle 8: la bambina stava attraversando un incrocio al di fuori delle strisce pedonali quando è rimasta incastrata col piede nei binari del tram, mentre il mezzo stava raggiungendo.L’

Atm, l’azienda di trasporti milanese, si è affrettata a negare ogni responsabilità del conducente, che avrebbe avuto pochissimo tempo per frenare: “In quel ratto le strisce pedonali sono dotate del cosiddetto sistema di attraversamento ‘a baionetta’, creato apposta per rendere più sicuri i passaggi pedonali in corrispondenza di sedi tranviarie riservate”.Ma tutto ciò, evidentemente, non è stato sufficiente ad evitare la tragedia, con la ragazzina, svenuta per il dolore, che è stata trasportata in gravi condizioni all’ospedale Niguarda, mentre il conducente, in stato di shock, è stato portato all’ospedale Sacco. La dinamica dell’incidente, in ogni caso, è tutta da chiarire e gli inquirenti stanno svolgendo i necessari accertamenti.