Mega attacco informatico mondiale: gli hacker chiedono riscatti in bitcoin

Di attacchi informatici ce ne erano già stati, anche in Italia, che tra l’altro è molto debole in cybersecurity, ma quello in atto in queste ore non ha colpito un solo Paese o un gruppo di aziende, ma sembra si sia diffuso a livello planetario. Un massiccio attacco informatico avrebbe infatti colpito non solo varie aziende private ma anche  strutture pubbliche in tutto il mondo, Italia compresa. Come riporta la Bbc, gli screenshot di un programma che blocca i computer e richiede il pagamento di un riscatto in bitcoin è stato scambiato online tra alcune delle entità che sostengono di essere state colpite dall’attacco degli hacker. Secondo quanto rilevato dall’esperto di cybersecurity Jakub Krouster, il virus del tipo ransomware, denominato “WannaCry”, sarebbe finora stato rilevato 36mila volte. Russia, Ucraina e Taiwan sarebbero i Paesi più colpiti, ma il virus avrebbe colpito anche negli Usa, in Cina, Spagna, Italia, Vietnam e Regno Unito, dove sono stati infettati i sistemi informatici del Servizio sanitario nazionale. In Italia, secondo quanto , riporta la Bbc, un utente ha condiviso online le immagini di quello sembra essere un laboratorio universitario con i computer bloccati dal virus.