#legittima difesa, rabbia social: Si può sparare al ladro se c’è l’eclissi di sole?

“Si può sparare al ladro durante le eclissi di sole?”. Legittime domande sul testo approvato sulla legittima difesa. A far infuriare i cittadini, la norma che prevede la giustificazione all’uso di armi contro malviventi e ladri qualora l’aggressione in casa avvenisse in orario notturno. Una decisione singolare che lungi dal proteggere gli aggrediti in casa propria rimette ogni decisione alla discrezionalità dei magistrati, come ampiamente detto da FdI e tutto il centrodestra. La curiosa norma sta scatenando la consueta ironia social fatta di battute, fotomontaggi e amare riflessioni al vetriolo sulla difesa personale ‘dal tramonto all’alba’. E’ così che gli utenti di Twitter ipotizzano scenari surreali, con ladri rimandati a casa in attesa del buio, malintenzionati che timbrano il cartellino alle prime luci del sole, armi con un sensore crepuscolare per funzionare solo in orari consentiti per legge, ma anche timori di un furto all’ora del the.

A che ora inizia la notte? Rabbia sulla legittima difesa

Su Facebook e Twitter si concentra la rabbia sull’emendamento – scritto in un italiano imbarazzante – che considera «legittima difesa la reazione a un’aggressione commessa in tempo di notte, ovvero la reazione a seguito dell’introduzione nei luoghi ivi indicati con violenza alle persone o alle cose, ovvero con minaccia o con inganno». Ma a che ora inizia la notte? domanda delle domande.  a Gennaio fa buio alle cinque del pomeriggio e a metà giugno alle nove di sera e la dizione «in tempo di notte» è davvero anomala in un testo di legge. Ci si può difendere a seconda delle stagioni? E cme la  mettiamo, vusto che soino state abolite le mezze stagioni? Insomma, l’ironia non manca, anche se la faccenda è piuttosto seria. “Nel Medioevo il coprifuoco iniziava al tramonto: vige la stessa regola?”. Uno dei più belli: «legittima difesa solo notturna. Agli ingressi delle ville ci saranno 2 segnali: Attenti al cane e Occhio all’orario».