La scomparsa di Stefano Mastrolitti, dj di Radio 101. Il dolore dei fan (video)

 

«Era uno di noi», «bastava sentire la sua voce per averlo vicino». Sono alcune delle frasi dei suoi fan. Dolore, incredulità per la morte di Stefano Mastrolitti, noto Dj di Radio 101. È stato trovato senza vita nel suo appartamento di Sesto San Giovanni. «Amante torrido e passionale della Radio», così si definiva lo speaker 32enne originario di Bari, con un passato a Radionorba e finalista a Rds Academy di RDS. Il suo corpo, riferisce Milano Today,  è stato scoperto ieri attorno all’ora di pranzo da una collega e amica che ha subito dato l’allarme contattando la polizia. Al momento il suicidio è l’ipotesi più plausibile. Mastrolitti lascia un figlio di poco più di un anno.

S’indaga sulla morte del dj di Radio 101 

Secondo alcune indiscrezioni sembra che Mastrolitti stesse attraversando un periodo di depressione dovuto a motivi familiari. «Se vi capiterà di ascoltare la mia voce on air», spiegava sul sito di R101, «una cosa è certa: ogni volta sentirete trasparire, da ogni singola sillaba, tutto il mio entusiasmo e la gioia pura di poter parlare con voi». Ancora da accertare se abbia lasciato lettere. Gli investigatori escludono altre ipotesi diverse dal suicidio. Si susseguono sul suo profilo Facebook, aperto al pubblico, i messaggi di cordoglio di colleghi e ascoltatori dei suoi programmi. 

Il profilo su Radio 101

«Pugliese purosangue, porto la mia terra in ogni cosa che faccio, ma cerco di non farlo mai pesare, perché l’Italia la amo tutta, da Leuca a Cantù», esordisce così Mastrolitti sul sito di Radio 101, nella pagina dedicata al suo profilo. «Da qualche tempo papà di Nicolò, di cui sono follemente innamorato, ma da sempre amante torrido e passionale della Radio».