Killer di Budrio e 27enne scomparso: le agghiaccianti coincidenze tra i 2 casi

Per gli amici era semplicemente Dome. Per i suoi fans era Dome Dama. Per la cronaca, oggi, Domenico D’Amato, il rapper di 27 anni scomparso da Molinella, è un ragazzo scomparso nel nulla di cui si sono perse le tracce da oltre un mese. Ma in quella zona, si sa, da settimane è soprattutto caccia a Igor, lo spietatao killer di Budrio svanito anche lui nel nulla dopo aver ucciso il barista Davide Fabbri e la guardia volontaria Valerio Verri. E allora, proprio sulle strane, agghiaccianti coincidenze che collegano i due casi, si apre un inquietante, gigantesco interrogativo…

Igor e il rapper scomparso: ecco le strane coincidenze

«Le coincidenze di tempo e di luogo sono agghiaccianti», ha detto senza mezzi termini l’avvocato Barbara Iannuccelli, che assiste la famiglia di Domenico D’Amato, il rapper 27enne, Dome Dama, scomparso da Molinella, e che parla apertamente dell‘ipotesi di un collegamento tra la sparizione del giovane e la caccia al killer Norbert Feher alias Igor Vaclavic. «La denuncia di scomparsa è stata fatta il 31 marzo presso i carabinieri di Molinella e il 1 aprile è stato ucciso Davide Fabbri a Budrio», spiega il legale, che aggiunge: «Igor sicuramente era in zona da molto tempo». Eppure, «la cosa più agghiacciante – prosegue l’avvocato Iannuccelli – è che questo collegamento, anche di striscio, tra le due cose non è stato fatto da chi doveva farlo. Con l’omicidio di Davide Fabbri si accendono i fari su Igor, il giorno prima è stata fatta la denuncia di scomparsa di un ragazzo da Molinella, ma nessuno fa questo tipo di collegamento. Non sta a noi farlo – sottolinea poi il legale – io posso solo supporre un collegamento sulla base di queste coincidenze di tempo e di luogo, però le indagini dovranno darci qualche risposta perché Domenico non si trova da nessuna parte»…

Quel sospetto temuto ma taciuto da tutti in zona…

E il timore, allora, adombrato dall’avvocato Iannuccellli e in realtà paventato da molti in zona – a partire dai familiari di Domenico – è proprio che il giovane possa aver trovato sulla sua strada il killer. «Si pensa di tutto – dichiara l’avvocato – le coincidenze fanno riflettere, poi magari la scomparsa di Domenico non c’entra nulla con Igor- Oppure c’entra»… Del resto, come sottolineato ancora dal legale della famiglia del giovane scomparso,  «il fatto che non si faccia sentire desta grandissima preoccupazione perché non è abituato a non farsi sentire dalla sua famiglia, ed è un rapper molto attivo online sul suo canale Youtube». I suoi familiari, del resto, non credono affatto all’ipotesi che si tratti di un allontanamento volontario. «Domenico – spiega sempre la Iannuccelli – ha una vita autonoma e indipendente. Ha 27 anni, vive da solo e ha buon rapporto con fratelli e madre. Se fosse voluto partire avrebbe salutato la famiglia, nessuno avrebbe potuto impedirglielo. C’è tantissima preoccupazione che possa essere accaduta qualsiasi cosa».

Domenico, sparito da due mesi nel silenzio assoluto

Qualsiasi cosa sia accaduta, allora, risalirebbe a due mesi fa, da quando di Domenico non si hanno più notizie: il ragazzo, infatti, è stato visto infatti per l’ultima volta lo scorso 8 marzo. «La denuncia formale – spiega l’avvocato – è stata fatta solo il 31 marzo perché ai familiari è stato detto che si trattava sicuramente di allontanamento volontario e che si doveva aspettare». Da quel momento, però, Domenico non è più tornato a casa né ha dato sue notizie. E gli unici a sospettare collegamenti e ad avanzare ipotesi sul caso ammissibili, fin qui sono stati i collaboratori della trasmissione di RaiTre, Chi l’ha visto.