Iniziata l’offensiva di Primavera: bomba Isis a Kabul fa strage: 8 morti

E’ di almeno otto civili uccisi e 24 feriti il bilancio di un attacco terrorista suicida avvenuto nelle ultime ore nei pressi di Piazza Abdul Haq a Kabul, la capitale dell’Afghanistan, vicino alla sede dell’ambasciata Usa. Lo ha riferito il ministero dell’Interno afghano. Secondo l’emittente locale Tolo, l’obiettivo dell’attentato era un convoglio della Nato impegnato in un’operazione di pattugliamento del nono distretto della capitale afghana. Il portavoce della missione Resolute Support, William Slavin, ha confermato che un convoglio della Nato è stato colpito a Kabul e che tre militari sono rimasti feriti. Nessuno, tuttavia, sarebbe in pericolo di vita. Testimoni oculari, citati da Tolo, hanno dichiarato che l’attentato sarebbe stato eseguito da un anziano, ma questa ricostruzione non è stata confermata dalle autorità. Altri testimoni, citati dall’agenzia Pajhwok, hanno sostenuto che l’esplosione è stata fortissima ed udita a chilometri di distanza.

Poche ore dopo l’Isis afghano ha rivendicato il crimine

L’Isis ha rivendicato la responsabilità dell’attacco nella capitale afghana. La rivendicazione è arrivata dal gruppo Is-Khorasan, la costola afghana dell’Isis, tramite un messaggio diffuso dall’organo di propaganda Aamaq e riportato dai media afghani. Il gruppo sosterrebbe di aver ucciso otto soldati americani nell’attacco, mentre la missione Nato in Afghanistan Resolute Support ha confermato il ferimento di tre militari a causa dell’esplosione di un ordigno Ied (Ordigno rudimentali esplosivi) al passaggio di un convoglio delle forze della coalizione e il ministero dell’Interno di Kabul ha dato notizia della morte di otto civili e del ferimento di altri 24. L’attacco è stato messo a segno nella zona del nono distretto della capitale afghana, nei pressi dell’ambasciata Usa, della Corte Suprema e di altri uffici governativi.