Incendio nella scuola materna all’Esquilino. La rabbia dei genitori

Fiamme, fumo, paura e la scuola materna Di Donato all’Esquilino a Roma, rimane chiusa.  Come si legge sul Messaggero, è inagibile dopo l’incendio che mercoledì notte ha distrutto il bagno e un magazzino. I carabinieri della stazione piazza Dante non escludono il dolo. I genitori dei bambini ricordano che a maggio ci sono stati cinque raid: incursioni notturne e atti di vandalismo nella struttura in via Nino Bixio dove non ci sono telecamere.

Esquilino, danni da centomila euro 

Ieri le famiglie hanno trovato le aule in disordine, le porte sfasciate, disegni dei bambini distrutti. Tutto farebbe pensare all’ennesimo raid, ma saranno le indagini dei militari diretti dal maggiore Lorenzo Iacobone a stabilire le cause dell’incendio. I danni ammontano a centomila euro: è stato completamente distrutto il sistema elettrico e sono stati danneggiati anche i bagni di elementari e medie. Nel panorama delle scuole comunali, si legge ancora sul Messaggero nove su dieci hanno un sistema antincendio obsoleto, tra queste probabilmente anche la Di Donato. Intanto da lunedì, settanta piccoli verranno spostati nella scuola Bonghi.