Immigrato morde alla mano un poliziotto: follia alla stazione di Porta Nuova

Tutto sembrava essersi svolto in tranquillità per ordine pubblico e sicurezza in occasione del Salone del Libro di Torino, ma quando tutti gli stand sono stati smontati, sono iniziati i guai. Gli agenti della Polfer hanno intensificato i controlli nella stazione di Porta Nuova per tutelare i tanti visitatori in partenza del capoluogo piemontese dove si sono registrati afflussi record per la kermesse libraria. Ma proprio allora in stazione sono iniziati i guai. Un marocchino di 33 anni e due egiziani sono stati sorpresi a spacciare droga. 

Il marocchino è stato acciuffato nei pressi dell’uscita di via Nizza,  dopo essere stato colto in flafranza di reato dagli agenti della Sala Operativa mentre rubava  in un negozio della stazione. L’uomo ha provato di tutto pur di darsi alla fuga. Ha finto un malore prima di perdere completamente la testa colpendo la vetrata degli uffici e rovesciando la fotocopiatrice. Poi è andato letteralmente in escandescenza. Si è  scagliato contro un poliziotto cingendogli il collo con un braccio e mordendolo alla mano. Alla fine il 33enne maricchino è stato arrestato.
Ma non finiva qui la follia alla Stazione di Torino. Nel frattempo un’altra pattuglia, insieme ai militari dell’Esercito, ha arrestato nell’atrio della stazione  due stranieri perché trovati in possesso di oltre 30 grammi di hashish destinati alla vendita. Si tratta di un ventiduenne e un diciottenne, entrambi egiziani, regolari e domiciliati a Torino e già noti alle forze dell’ordine. I tentativi di scampare alle manette dei due non sono serviti a nulla.