Il derby continua: la Lazio all’attacco della scritta “Spqr” sulle maglie della Roma

È polemica per la sigla “Spqr” sulla maglia dei calciatori della Roma indossata domenica in occasione del derby. Dopo l’interrogazione alla sindaca Virginia Raggi già annunciata ieri in un tweet dal capogruppo della lista Marchini in Campidoglio Alessandro Onorato. «Perché la Roma aveva sulla maglia SPQR? Chi l’ha autorizzati? I diritti di SPQR sono della città di Roma e la Roma non può utilizzarlo per far credere all’estero che a Roma ci sia solo una squadra». 

Anche la Lazio contesta la scelta del simbolo “Spqr”

Oggi anche la Lazio è scesa in camp, attraverso il responsabile della comunicazione Arturo Diaconale, chiede di fare chiarezza, perché la sigla “è di grandezza planetaria” e “non se ne può fregiare solo una squadra della Capitale”. «Non so se l’utilizzo della scritta Spqr sia stato autorizzato dal Comune e sia consentito a tutti – ha detto Diaconale su Lazio Style Radio – Sono curioso di sapere se c’è stata autorizzazione e se per caso si è voluta dare l’impressione di un’identificazione tra squadra e città è sbagliato: la città si identifica con tutte e due le squadre, soprattutto con quella più antica che ha portato il calcio a Roma». Il club biancoceleste chiede quindi che ”sia chiarita questa posizione dall’autorità comunale. Anche la Lazio può scendere in campo con S.p.q.r. identificando con l’aquila l’appartenenza alla città, non solo la lupa è simbolo di Roma ma anche l’aquila – ha aggiunto Diaconale – Utilizzare in modo libero il brand S.p.q.r. quanto meno è uno spreco».