Gentiloni incontra Putin a Sochi: si parla di Libia e Siria. In regalo vino Amarone

L’incontro in corso a Sochi fra Vladimir Putin e Paolo Gentiloni verte sulle “questioni globali urgenti, inclusa la lotta al terrorismo internazionale e le prospettive di risolvere la crisi libica così come quelle in Siria e in Ucraina”, ha anticipato una dichiarazione del Cremlino. In occasione della visita in Russia di Gentiloni, Eni e Rosneft, la cui relazione “si sta sviluppando con successo”, firmeranno un accordo per estendere la loro cooperazione, anticipa l’agenzia Tass citando i documenti preparatori del colloquio fra il premier italiano e il presidente russo.

Gentiloni porterà in dono a Putin prodotti di eccellenza italiani: una magnum di Amarone Aneri 2010 e una confezione di Tricaffè, con etichette dedicate in caratteri cirillici e corredati da una Moka Express Bialetti.    “E’ motivo d’orgoglio che, in una occasione così significativa, siano stati scelti come simboli del made in Italy due prodotti esclusivi della nostra azienda – ha commentato Giancarlo Aneri -. Sia l’Amarone 2010 che il Caffè d’Autore sono, infatti, in produzione limitata: 6.000 bottiglie per il vino, che reca la denominazione “Stella”, 3.600 chili l’anno per il caffè”.