Gasparri: “Modello tedesco non vuol dire grande coalizione”

“In Germania il più delle volte il sistema elettorale ha fornito una risposta chiara facendo vincere uno dei due  schieramenti alternativi. Non c’è quindi nessun automatismo fra un sistema tedesco e grandi coalizioni. Dipende dalla forza della  proposta politica che si mette in campo e dalla capacità di attrarre  consensi”. Lo dice il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri.

“FI -aggiunge Gasparri – ha un progetto preciso a tal proposito: aggregare al  suo interno e attorno a sé forze e realtà del mondo politico e della  società civile che possano far prevalere, con una maggioranza  parlamentare, una decisa proposta politica di centrodestra, concreta e totalmente alternativa a quella della sinistra, che può trovare anche  con un sistema elettorale di tipo tedesco una netta maggioranza nel  Paese. Dobbiamo quindi, accanto alle discussioni sulla legge  elettorale, avere una chiara proposta politica, con un’offensiva in  tutto il territorio, per aggregare il consenso -conclude Gasparri- che impedirà formule consociative di cui l’Italia non ha bisogno”.