Francia, la rifondazione di Marine: cambia 8 candidati su 10 alle legislative

Il Front National cambia volto. Il partito di Marine Le Pen presenta l’86% di nuovi candidati alle legislative rispetto al 2012, stando alla prima lista di 553 – su 577 – candidati pubblicata da Le Figaro.

Un rinnovamento inedito per il partito di Marine Le Pen, che vuole poggiare su ‘truppe ringiovanite e fedeli alla linea del partito’, scrive il giornale. Un rinnovamento superiore anche a quello rivendicato dai Républicains e dal Partito socialista – 60% di nuovi candidati – avviato con l’elezione di 1600 consiglieri municipali nel 2014 e 62 consiglieri dipartimentali nel 2015, per la necessità di rafforzare il partito, che ancora soffriva della partenza di diversi quadri nel 1998 in occasione della scissione di Bruno Mégret. Ma la ricostituzione di forze del movimento si è accelerata e strutturata all’inizio del 2016, precisa il giornale.

Un passaggio del resto annunciato dalla stessa Marine Le Pen nel discorso ai suoi sostenitori al termine del ballottaggio per le presidenziali sostenendo che il movimento aveva appunto bisogno di una rifondazione per affrontare al meglio le sfide della politica nazionale e internazionale. Un proposito che, secondo alcuni, sarebbe alla base della scelta della nipote Marion Le Pen di abbandonare la politica.