FdI lancia il Patto per le città in nove punti: dalla sicurezza al cibo italiano (video)

Un Patto per le città in vista delle amministrative di giugno. A lanciarlo è la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in una conferenza stampa a Montecitorio con i vari candidati sindaco del partito alle prossime comunali. Si tratta di un programma in 9 punti che punta a garantire “sicurezza, servizi e qualità della vita” sul territorio.

Garantiremo città sicure‘ è il primo ‘titoletto’ del manifesto politico. Ovvero, ”estensione al nostro Comune dell’operazione ‘strade sicure’ (pattugliamenti congiunti militari-forze dell’ordine) per assicurare maggiore presidio dei quartieri a rischio”. ‘Contrasteremo ogni forma di abusivismo‘ è la seconda promessa per il ”ripristino della legalità contro tutte le pratiche illecite, dall’abusivismo commerciale all’occupazione delle case popolari, dall’accattonaggio molesto all’inquinamento ambientale”. ‘Non permetteremo zone franche‘, si propone ancora FdI, attraverso una ”lotta senza quartiere al radicalismo islamico”, la ”chiusura dei luoghi di culto abusivi e divieto di costruzione di nuove moschee in assenza di necessari requisiti di sicurezza e trasparenza” ”misure di politica urbanistica, commerciale e abitativa per contrastare la nascita di quartieri ghetto popolati esclusivamente da immigrati”. Il partito della Meloni punta il dito anche sul ”business dell’accoglienza”.

Diremo no al business dell’accoglienza“, infatti, è il quarto punto del programma per le comunali, che prevede un ”no alla ricollocazione di clandestini e richiedenti asilo nel nostro Comune fino a quando non verrà fermato il flusso in entrata dalla Libia”. ‘Daremo casa e servizi prima agli italiani‘, si legge al quinto punto, dove si punta all’introduzione di meccanismi per privilegiare i cittadini italiani e i residenti di lungo periodo (minimo 10 anni) in tutte le graduatorie per l’accesso ai servizi sociali e alle case popolari gestite dal Comune”. ‘Tuteleremo la famiglia e i bambini‘, promette inoltre FdI. ‘Diremo no alla ludopatia‘ è il settimo punto programmatico. Gli ultimi due riguardano il ‘sostegno all’impresa e al lavoro‘. L’ultimo punto, ‘Mangeremo italiano‘, punta a dare la priorità ai prodotti locali, quelli tipici del territorio.