Era stato già arrestato nel 2012 il terrorista suicida di Manchester

Salman Abedi, l’attentatore suicida di Manchester, era stato arrestato nel 2012 per reati minori, furto e ricettazione. Lo ha detto alla Bbc il capo della polizia di Manchester, Ian Hopkins, aggiungendo che il 22enne non era noto al sistema Prevent istituito dal governo britannico per prevenire la radicalizzazione di giovani a rischio. “Naturalmente – ha precisato – ignoro cosa i servizi sapessero o non sapessero su questa persona”. Il fatto che il sistema Prevent non si fosse occupato di Abedi, solleva molti interrogativi secondo la Bbc. Nel 2012 due persone che lo conoscevano a scuola avevano avvertito la hotline antiterrorismo della polizia delle sue opinioni estremiste e tre anni dopo era giunta un’altra segnalazione da un imam. Al momento dell’attentato del 22 maggio, Abedi figurava su una lista di 20mila persone “soggetti d’interesse” per i servizi del MI5. Servizi che ora hanno aperto una inchiesta interna per capire come mai Abedi non sia stato fermato in tempo.

Ancora 50 i feriti dell’attentato ricoverati

Intanto continuano le indagini: al momento sono state arrestate 16 persone, due delle quali sono state poi rilasciate. La polizia sta inoltre cercando una valigia blu con la quale Abedi è stato visto nei giorni precedenti l’attentato. Una perquisizione con degli artificieri è stata condotta oggi in un appartamento di Wigan, un sobborgo di Manchester. A più di una settimana dall’attentato del 22 maggio, sono ancora 50 i feriti ricoverati in ospedale, 17 dei quali in terapia intensiva. In totale sono 116 le persone che sono state curate in ospedale nei giorni successivi all’attacco suicida alla Manchester Arena, in cui sono state uccise 22 persone. Ed è stata riaperta oggi la Victoria station di Manchester. La stazione ferroviaria si trova accanto alla Manchester Arena dove il terrorista suicida Salman Abedi ha provocato la morte di 22 persone al termine di un concerto di Ariana Grande lo scorso 22 maggio. Molti membri dello staff della stazione erano stati fra i primi a offrire soccorso ai feriti e oggi apparivano ancora scossi nel tornare al lavoro. Il sindaco Andy Burnham è intervenuto alla riapertura dello scalo ferroviario, deponendo una corona di fiori.