È iniziata all’alba la battaglia finale di Mosul: in rotta i terroristi dell’Isis

Le forze irachene hanno annunciato l’avvio di una nuova offensiva contro i jihadisti dell’Isis che resistono in alcuni distretti di Mosul Ovest, in particolare nella zona della Città Vecchia. È da qui, dalla Grande Moschea che nel giugno del 2014 il leader dell’Isis Abu Bakr al-Baghdadi proclamò la nascita del “califfato”. Abdulghani al-Asadi, comandante delle forze antiterrorismo irachene, ha confermato alla tv curda Rudaw che le truppe avanzano “su tutti i fronti” negli “ultimi cinque” quartieri di Mosul che restano in mano ai jihadisti, ovvero il distretto della Città Vecchia, Shifa, Saha, Bab al-Sinjar e Zanjali. “A partire dalle 6 di questa mattina (le 5 in Italia) abbiamo lanciato un’offensiva su tutti i fronti e registriamo buoni progressi”, ha detto Asadi, che ha fatto riferimento in particolare all’avanzata delle truppe nei quartieri di Shifa e Saha. Intanto, riporta la stessa Rudaw, il generale Abdul Amir Rashid Yarallah, comandante dell’offensiva a Mosul, ha confermato che le forze di polizia sono entrate nel quartiere di Zanjali. La nuova offensiva coincide con l’inizio del mese di Ramadan. Nei giorni scorsi il capo dell’Esercito iracheno, generale Othman al-Ghanimi, aveva promesso la “liberazione” dell’intera città di Mosul prima dell’inizio del Ramadan. Il premier Haider al-Abadi sperava che Mosul potesse essere riconquistata prima della fine del 2016.

Ucciso in battaglia comandante pasdaran

Un comandante iraniano dei Guardiani della Rivoluzione è morto nella zona di Mosul, dopo scontri tra i jihadisti dell’Isis e le Forze di mobilitazione popolare (Hashd al-Sha’abi), la milizia composta da volontari per lo più sciiti impegnati nella guerra allo Stato islamico in Iraq. Lo riferisce la tv al-Arabiya che cita fonti della sicurezza. Il generale Shaaban Nasiri è morto durante un’operazione delle Forze di mobilitazione popolare per liberare dalla presenza dei jihadisti il distretto di Al-Ba’aj, riporta l’emittente satellitare. Si tratterebbe del primo comandante dei pasdaran morto nella battaglia contro l’Isis a Mosul. Altre fonti riferiscono che Nasiri è deceduto a causa di un’esplosione e sottolineano come il generale fosse un consigliere di Qassem Soleimani, il comandante della forza d’élite dei pasdaran, la brigata al-Quds.