Donna senegalese dimentica il figlioletto in metro. Salvato da un finanziere

Dimenticato come un pacchetto dalla mamma davanti a una  stazione della metropolitana, un bimbo di pochi mesi è stato salvato da un maresciallo della Guardia di Finanza. È successo  a Milano, alla stazione di Repubblica della metro MM3. Protagonista della “distrazione” conclusasi con il lieto fine una donna originaria del Senegal, sposata con un uomo diventato cittadino italiano, che era sulla banchina in attesa dell’arrivo del treno . Quando il convoglio della metro  è arrivato e le porte si sono aperte, la donna è salita a bordo dimenticando però il suo piccolo su uno dei sedili tondi posti sulla banchina per l’attesa dei treni. A insospettirsi per la presenza di un passeggino abbandonato è stato un maresciallo della Guardia di Finanza, che una volta avvicinatosi, ha capito che qualcosa non andava e ha immediatamente dato l’allarme ail personale dell’Atm. In quel momento sono state allertate le forze dell’ordine e il personale medico. La donna, nel frattempo, non è ancora chiaro se pentita del gesto o dopo essersi accorta dell’errore, è tornata indietro e ha trovato sul posto i carabinieri e i medici. Il bimbo è stato trasportato alla clinica Mangiagalli per accertamenti e si trova in buone condizioni.  Il caso è stato segnalato alla polizia giudiziaria che dovrà valutare se ci sono gli estremi per procedere con l’accusa di abbandono di minore. Grazie al pronto intervento del finanziere la vicenda si è conclusa nel migliore dei modi.