Dipendenti pubblici infuriati con la Madia: il sito NoiPa è sempre in tilt

Ennesima figuraccia per il ministro Marianna Madia. Il sito Noipa è andato in tilt ancora una volta a distanza di pochi giorni. Il sito, sul quale i dipendenti della Pubblica amministrazione dovrebbero visualizzare il cedolino del loro stipendio, era stato annunciato con squilli di tromba e fanfare dal dicastero guidato dalla Madia.

NoiPa e l’anuncio solenne del 18 maggio

L’annuncio era stato formalizzato dal portale ufficiale della Pubblica Amministrazione lo scorso 18 maggio con un comunicato ufficiale. Il messaggio era stato ribadito nelle ultime ore: “Da oggi 22 maggio tutti i dipendenti pubblici possono accedere all’area riservata per il login e visualizzare il proprio stipendio”. Eppure, ancora nulla di fatto. “Il sito dovrebbe sbloccarsi da qui alle prossime ore”, fanno sapere dal ministero, ma per ora dei cedolini neanche l’ombra. Anche questo mese, il cedolino è stato caricato nell’account di ogni dipendente con parecchi giorni di ritardo (in molti lo attendevano già da lunedì 17). Il pagamento accreditato diventerà poi esigibile tra il 23 e il 24. Entro questa settimana, dunque, tutti i dipendenti della Pa dovrebbero disporre materialmente dello stipendio.

Su NoiPa il dipendente pubblico dovrebbe poter consultare il suo cedolino

Sui Social network le reazioni dei dipendenti statali sono state furibonde, tanto che la pagina Facebook di NoiPa ha dovuto censurare gli interventi. Praticamente impossibile riuscire ad accedere al sistema per un eccesso di tentativi di accesso al sito che è andato in crash. Il sito ha caricato a vuoto all’infinito già dalle 8,30 di questa mattina. I tecnici del ministero avevano garantito che con il passare delle ore la situazione sarebbe migliorata, ma i continui tentativi di accesso hanno impedito il miglioramento della situazione. Dal ministero, consigliano di non insistere e di attendere le ore con meno traffico della giornata (ora di pranzo, ora di cena, tarda serata, primissima mattinata) per riuscire ad accedere. Insomma, il consiglio è quello di collegarsi in orari da metronotte o da vampiri.